Giocavi appoggiato al divano,

sfogliando un giornale illustrato,

quando ad un tratto

ti sei voltato di scatto

ed hai cominciato

a camminare tranquillo.

Era la prima volta

che ti avventuravi da solo:

avevi appena quattordici mesi.

La mamma il papà e la nonna

rimasero ammutoliti per la sorpresa

e subito ti applaudirono

gridando:"Bravo!"

Tu ci hai guardato compiaciuto

e poi lentamente ti sei seduto.

La nonna ti augura,

di percorrere sempre

la strada diritta,

senza inciampare mai

negli ostacoli della vita.



4 Commenti to “I primi passi di Diego”

  1.   riccardo pio Says:

    Ciao mi chiamo Riccardo Pio D’Avanzo sono nato a Castrovillari il 24 settembre 2003 e abito a Spezzano Albanese (CS).

    sono un bimbo dolcissimo e bellissimo,ma tanto,tanto malato e tutto perchè?

    a causa del trauma che ho subito alla nascita sono stato colpito da una malattia molto rara

    la sindrome di West e per queste cose brutte che mi sono successe……..io non parlo,non cammino,non reggo la testa e vengo alimentato tramite sondino gastrico,esiste qualcosa in Florida che potrebbe migliorare di molto la qualità della mia vita dove altri bimbi come me hanno avuto un netto miglioramento si tratta dell’ossigeno terapia,ma ahimè è troppo cara ci vorrebbe circa 300.000 euro per un anno e io dovrei farne almeno 3,per me e i miei genitori è solo un sogno,ma con il vostro aiuto potrebbe diventare realtà,aiutatemi a realizzare il viaggio della speranza,il mio futuro è nelle vostre mani,per sapere come potete aiutarmi telefonate alla mia mamma 0981.954632 cell 347.0084629 Turchio Giulia

    e-mail: riccardopio@yahoo.it

    oppure visitate il mio blog http://riccardopio.blog.tiscali.it

    ho il mio sito http://riccardopio.altervista.org/index.html

    grazie

  2.   Piuma Fragile Says:

    Fortunato, perchè ha l’affetto dei propri cari.

    Mia madre mi lasciò a dodici anni e mio padre ha pensato fossi un pacco da spedire… credo di inciampi ne abbia già dati !!!

    D.

  3.   Anonimo Says:

    ecco: il blog ha anche questa funzione: farci vedere che nel mondo qk riesce anche ad avere esperienze non solo normali ma gioise: quando la piu’ parte di noi non ne conosce: una volta ho visto dalla finestra il figlio di un mio vicino accompagnato a scuola per mano dal padre. Mio figlio non sa cosa sia questa piccola cosa. E mi sono sentita una disgraziata per averlo privato indirettamnete di questo avendo scelto male suo padre. Ma per fortuna per compensazione abbiamo avuto buoni nonni.

    Mi piacciono i quadretti che descrivi con semplicita’ e tenerezza.Cambiando tema: mi fate sapere se avete problemi, tu e Otto, ad entrare da me o a lasciare commenti. IO non riesco ad entrare da musicamore. E anche se Ale è rimasta shockata dai miei video che le ho mandato! un abbraccio grazie!

  4.   claudia.cal Says:

    scusami ho dimenticato di lasciare il mio nome. ciao!

Lascia un commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento.