Il giorno 7 giugno al Teatro Lirico di Cagliari è stata rappresentata l’opera I pagliacci di Ruggero Leoncavallo e subito dopo la Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni.

L’opera si svolge in un ambiente rurale siciliano.

Turiddu è innamorato di Lola, una bella donna, da cui deve allontanarsi temporaneamente per assolvere il servizio militare.

Prima di partire chiede alla donna di essergli fedele, promettendole a sua volta amore e fedeltà.

Lola, non resiste alla solitudine ed accetta la corte di Alfio, un ricco carrettiere, col quale si sposa.

Turiddu, concluso il servizio militare, ritorna al suo paese e viene a conoscere la triste realtà.

L’uomo deluso dal comportamento di Lola, si unisce a Santuzza promettendole il matrimonio; ma Lola , presa dalla gelosia fa di tutto per attrarre a sè Turiddu, il quale cade nella trappola mortale.

I due, di nascosto riprendono la relazione amorosa ma Santuzza si accorge della tresca.

Nel giorno di Pasqua, la donna tradita, appena vede Alfio gli rivela il tradimento.

Alfio tremante si allontana minacciando vendetta nei riguardi di Turiddu.

Santuzza in un momento di disperazione grida al suo uomo di aver rivelato tutto ad Alfio.

Turiddu,  intuendo la sua fine, chiama mamma Lucia e la prega di prendere con se Santuzza come figlia, rivelandole la sua colpa.

Si fa benedire ed attende i funesti eventi.

Nella piazza, durante un brindisi avviene l’incontro fra Turiddu ed Alfio, il quale scaraventa per terra il vino offertogli e lo sfida a duello.

Nella notte una voce grida:

"Hanno ammazzato compare Turiddu!!"

La tragedia è giunta all’epilogo.

La storia della Cavalleria Rusticana nasce da una novella di G.Verga.

Tag:, , , , ,


Lascia un commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento.