Articolo taggato “giochi”

Per i miei nipotini il passatempo preferito,consiste nel giocare con la pompa dell’acqua, situata nel prato della loro casa.
Quando rientrano dal mare, Vasco e Milo fanno a gara per appropriarsi della pompa per fare la doccia eper farsi i dispetti a vicenda.
Dopo la doccia il gioco continua,innaffiando i fiori più del dovuto e facendo arrivare lo zampillo al di là della strada.
Quando il caldo incalza si unisce a loro anche la mamma per rinfrescarsi, ma quando arriverà la bolletta per pagare il consumo, saranno dolori per tutti.

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Ieri in occasione del mio onomastico, sono venuti a trovarmi i miei figli con i nipotini. Dopo i primi convenevoli, la mia sala da pranzo è diventata un campo di battaglia. Il nipotino di quindici mesi, Milo, ha dominato la scena, spostando i soprammobili da un posto all’altro,rovesciando i cioccolatini
per terra e correndo di qua e di là appresso al fratello.
Ero felice nel vedermi circondata di familiari e dai miei adorati nipotini.
Ho gradito i regali che mi sono stati offerti ma soprattutto la presenza gioiosa di Vasco e Milo.

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Affacciata alla finestra , godo la vista di tanti bambini , che giocano nella piazzetta sottostante .
C’è chi gioca a palla con gli amici, chi corre in bicicletta fra le aiuole , chi con il monopattino .
Ci sono anche le nonne con i nipotini neonati ,nelle loro carrozzelle, che passeggiano fra gli alberi respirando l’aria salubre .
Quando si stancano , i ragazzini vengono accompagnati al bar o in gelateria per fare merenda con un bel gelato o pastina .
Nella mia infanzia ,vedevo per le strade tanti rragazzini mocciosi , di tutte le età , che dopo aver sbrigato quache servizio ,come portare la spesa a domicilio ,si divertivano anche loro con gli amici .
C’era chi giocava con “sa barduffola ” o trottola , avvolta ad uno spago, veniva lanciata lontano, girando vorticosamente . Vinceva chi la faceva girare di più .
I più grandicelli , giocavano con “su carrucciu ” o carretto , affrontando le discese , ignari dei pericoli .
Quando avevano fame , masticavano carrube , ceci e fave abbrustolite , che si vendevano sugli usci dei sottani .
Eppure questi ragazzini erano felici e liberi come gli uccelli del cielo ,anche se non indossavano indumenti firmati e non mangiavano le prelibatezze .

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Le mie vacanze son finite ed io sono grata al Signore per avermi concesso ancora una volta la gioia di rivedere il mio mare.

Seduta al bar del Lido, ogni mattina gustavo un buon caffè mentre i bagnanti affluivano sotto gli ombrelloni.

Ho goduto la vicinanza dei miei figli, anch’essi in vacanza con le rispettive famiglie, che mi venivano a trovare; talvolta  dopo la nuotata giornaliera muniti di pinne e maschera.

Di solito passeggiavo lungo la battigia, mentre le ondine mi lambivano gradevolmente i piedi. Godevo anche nel vedere il mio nipotino Vasco, giocare a racchettoni col padre, o tuffandosi ripetutamente nelle tranquille acque del Poetto.

Nel frattempo rievocavo il tempo trascorso con tutta la famiglia in un casotto di legno, che per noi era la casa più preziosa del mondo.

Grazie Signore!

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Dopo cinque anni il mio vecchio computer ha esalato il suo ultimo respiro . Ultimamente aveva rallentato il ritmo
poi  non si accendeva più . Ero tentata di non ricomprarl , ma ormai faceva parte della mia vita e non potevo farne a meno come l’aria che respiro.
La mattina iniziavo la giornata col gioco del solitario , anche per esercitare la memoria .
Sto per compiere ottantacinque anni ma ancora ,mi piace scrivere per sentirmi viva . Col nuovo computer ho trovato qualche difficoltà ma piano piano ho ritrovato
la strada .

Tag:, , , , , ,

Comments 2 Commenti »


Nonostante il tempo incerto, con i miei figli e nipoti, ci siamo avviati in macchina verso San Basilio per respirare un po’ d’aria pura e contemporaneamente osservare la crescita delle piante messe a dimora.
Con noi c’era anche il nipotino Diego che non vedevo da due mesi; l’ho trovato cresciuto e bello più che mai.
Con la sua bici ha corso in lungo e in largo, molto sicuro sulle sue gambette.
Dopo aver passeggiato per i sentieri fioriti, nonostante la stagione autunnale, abbiamo proseguito verso il "Villaggio delle mimose" dove sorge un ristorante con un parco giochi, per la gioia dei bambini.
Diego è corso subito verso l’altalena, e dopo la prima spinta datagli dalla mamma, riusciva con la forza delle sue gambette a lanciarsi in alto, continuando fino a stancarsi. Subito dopo si è rivolto allo scivolo, salendo sulla scaletta e lanciandosi giù, dimostrando tanto coraggio per i suoi anni.
Un gattino di pochi mesi correva fra i tavoli: era tanto carino con i suoi occhietti vispi e la pelliccia striata.
Ha suscitato tanta tenerezza sia ai piccoli che ai grandi; tutti facevano a gara per prenderlo in braccio e coccolarlo.

(continua…)

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »